Tu sei qui

Linas - Monreale

L'area montuosa del Monte Linas si erge nel cuore dell'Iglesiente, nella Sardegna sud orientale. È compresa nei comuni di Cagliari, Domusnovas, Fluminimaggiore, Gonnosfanadiga, Iglesias e Villacidro. La morfologia geologica del monte, con prevalenza granitica e calcarea, risale al Paleozoico. Non molto elevato (la Perda de Sa Mesa raggiunge 1236 m), si estende dal monte Arcuentu fino alla zona mineraria di Oridda e alla piana del Cixerri. Il monte è costituito essenzialmente da due aree geomorfologicamente distinte: quella del Monte Linas, in cui predomina il granito, e quella di Marganai, formata da scisti e calcari su cui svetta la Punta Campu Spina. Le due zone sono congiunte dall'altopiano di Oridda, che raggiunge un'altitudine di 600 metri sul livello del mare. Dove è preminente il granito il paesaggio è caratterizzato da profonde gole interrotte da cascate; seguendo il corso del rio Oridda, infatti, è possibile raggiungere la cascata di Sa Spendula, di Riu Mannu e di Piscina Irgas. L'area è interessante sotto il profilo botanico: sono presenti alcune piante officinali come la camomilla, la belladonna e la calendula. Il rigoglioso bosco di leccio è popolato da una fauna variegata comprendente anche il cervo sardo, il cinghiale, il muflone, il daino e l'aquila reale. Lungo il corso del rio Linas si trova il corbezzolo gigante. Nelle aree calcaree del monte corrono fiumi sotterranei che nel tempo hanno fatto sviluppare grotte suggestive, fra cui quella di San Giovanni, a pochi chilometri da Dosmusnovas. Questa cavità fora il Monte Aqua: fino alla fine del XX secolo era utilizzata come galleria transitabile. Lunga 800 metri, può essere esplorata da visitatori muniti di torcia, con cui è possibile fendere l'oscurità e ammirare le concrezioni quali stalattiti e stalagmiti sopravvissute a millenni e il torrente che vi scorre all'interno. Nell'area di Oridda sono presenti i ruderi dello stabilimento minerario costruito nell'Ottocento per lo sfruttamento delle riserve minerarie di cui è ricca la zona. Una parte del Monte Linas ospita il Parco Culturale Giuseppe Dessì, scrittore sardo che nel 1972 vinse il prestigioso Premio Strega con il romanzo "Paese d'ombre" uno dei capolavori della letteratura sarda. Il Parco, istituito di recente, è compreso nei comuni di Villacidro, Buggerru, Arbus, Guspini, Fluminimaggiore e San Gavino Monreale.

 

I sentieri in questo territorio

vedi griglia
vedi mappa
Abbonamento a RSS - Linas - Monreale
Gallura Gallura Gallura Trexenta Gerrei Tacchi d'Ogliastra Barbagia di Seulo Tacchi d'Ogliastra Cagliaritano Sarrabus - Sette fratelli Sulcis Sulcis Sulcis Gutturu Mannu Marmilla Iglesiente Linas - Monreale Sarcidano Arci - Grighine Barbagia Guilcer-Barigadu-Mandrolisai Gennargentu Gennargentu Ogliastrino Montiferru Oristanese Supramonte Ogliastrino Baronie e Montalbo Goceano Marghine Meilogu Monteacuto Nuorese Pedra Bianca - Tepilora Planargia Monte Minerva Baratz - Porto Conte Anglona Nurra Nurra Nurra Sassarese

Progetto cofinanziato con il Fondo Europeo per lo Sviluppo RegionaleLa Cooperazione al cuore del MediterraneoLogo COREMLogo Agenzia Forestas (italiano/sardo)Logo comune di Sassari