Tu sei qui

Arcu Su Lillu - Sa Tuppa D-213

213 - La zona dell’escursione vista da Monte Maxia-1.jpg

La zona dell’escursione vista da Monte Maxia
La zona dell’escursione vista da Monte Maxia
Foto di
Matteo Cara

Attenzione! Percorso e segnaletica in verifica e manutenzione

Percorso arioso ed avventuroso che percorre una cresta panoramica a picco sulla miniera abbandonata di Canargius, fronteggiando Punta sa Stria. Sebbene di piccolo sviluppo chilometrico, presenta un fondo talvolta malagevole ed impegnativo. A causa della difficoltà del fondo, i tempi di percorrenza sono molto più lunghi di quanto si possa stimare dalla traccia: occorrono circa h 3,5 in discesa e h 4 in salita.

I tempi di percorrenza e il profilo altimetrico cambiano significativamente nei due sensi di percorrenza: partendo da Sa Tuppa verso la cima di Arcu Su Lillu, il dislivello è notevolmente maggiore (470 metri totali in salita, oltre il doppio!).

Questo tracciato può essere utilizzato per "chiudere un anello" in combinazione con il sentiero 212 che si incrocia proprio a S'Arcu su Lillu.

 

Informazioni utili

Il sentiero presenta passaggi esposti classificabili con difficoltà EE, nello specifico:  passaggi su roccia in un tratto in cresta e pietraia in un tratto in discesa.
Pertanto, in raccordo con il Soccorso Alpino e Speleologico della Sardegna, a seguito di sopralluogh congiunti tenutisi nel 2021, si è rivalutata la classificazione del grado di difficoltà elevando da "E" a "EE"

ATTENZIONE: PERCORSO IN MANUTENZIONE (alcuni tratti potrebbero risultare chiusi dalla vegetazione o percorribili con difficoltà). Tracciato e segnaletica in fase di verifica.

ATTENZIONE: PERCORSO IN PRE-ACCATASTAMENTO

Avvertenze e Consigli

Lungo il percorso, attraverso le valli, non sarà presente alcun segnale telefonico: meglio quindi non avventurarsi da soli, e farsi accompagnare da persone esperte. 

In occasione di eventi meteo particolarmente intensi, la conformazione dell'area rende questi sentieri particolarmente rischiosi anche dal punto di vista idrogeologico.

Il cisto, e più in generale la vegetazione in ricrescita, in alcuni tratti potrebbe rendere difficoltoso individuare il passaggio: meglio dotarsi di carte dettagliate e/o traccia GPS accuratamente studiata prima dell'escursione!

ATTENZIONE: PERCORSO CON BREVI TRATTI ESPOSTI, con piano di calpestio sufficientemente largo per il passaggio agevole, ma su placche granitiche che, in caso di piogge o in giornate particolarmente umide, possono risultare assai scivolose, aumentando il rischio di cadute su scarpate. Possono essere presenti alcuni cavi e corde abusive e non autorizzati, su cui non fare assolutamente affidamento.

Il percorso

Sei già stato qui? Com'era?

Valuta l'impegno richiesto: 1. Per tutti; 2. Semplice; 3. Fisicamente impegnativo; 4. Fisicamente e tecnicamente impegnativo, guida consigliata; 5. Per esperti.
Average: 4 (2 votes)

Commenta

Dati

Attività
Trekking
Sentieri di montagna
Difficoltà: 
TrekkingEscursionista Esperto
Tipo di fondo: 
Carrereccia/Mulattiera
Sentiero
Strada sterrata
5.000 m
3 ore 45 min a piedi

Stato di Validazione

Dettagli Tecnici

Soggetto rilevatore
Agenzia Fo.Re.S.T.A.S. (ex Ente Foreste Sardegna)
Codice CAI
213
Quota minima
60 metri
Quota massima
364 metri
Dislivello totale in salita
230 metri

Scarica GPX

Progetto cofinanziato con il Fondo Europeo per lo Sviluppo RegionaleLa Cooperazione al cuore del MediterraneoLogo progetto IntenseLogo Agenzia Forestas (italiano/sardo)Logo Regione Sardegna