Tu sei qui

Sentiero Sorberine (B-531)

Talana, vista panoramica lungo il sentiero B-531 foto di Giampiero Incollu.jpg

Talana vista panoramica
Talana vista panoramica
Foto di
Giampiero Incollu

Talana, vista panoramica lungo il sentiero B-531 foto di Giampiero Incollu 2.jpg

Talana vista panoramica
Talana vista panoramica
Foto di
Giampiero Incollu

Talana, vista panoramica lungo il sentiero B-531 3.jpg

Talana vista panoramica
Talana vista panoramica
Foto di
Giampiero Incollu

talana casermetta Soberine.jpg

Talana casermetta Soberine
Talana casermetta Soberine
Foto di
Giampiero Incollu

ginestra etna di Chiaramida Antonello .jpg

La Ginestra dell'Etna
La Ginestra dell'Etna
Foto di
Chiaramida Antonello

Il percorso attraversa luoghi di particolare interesse naturalistico come i canyon e le cascate, i boschi di leccio e le formazioni di ginestra e ha una visuale panoramica dalla Vedetta di Olinie punto d’arrivo di questo itinerario.

Da essa si può infatti scorgere un ampio tratto della costa ogliastrina e dell’Ogliastra montana. Il principale uso del suolo è quello forestale e pastorale con copertura arborea e arbustiva prevalente.

Informazioni utili

La macchia mediterranea
La macchia mediterranea è una formazione vegetale caratteristica delle aree con clima di tipo mediterraneo. Essa è formata da arbusti ed alberelli che non superano i 5 metri di altezza.

La macchia rappresenta generalmente una forma di degradazione delle foreste. In base all’altezza di questa formazione ed alle specie che la compongono si distinguono diversi tipi di macchia. In Sardegna essa occupa vaste aree ed è costituita principalmente da specie come: il corbezzolo, l’erica, il lentisco, la fillirea a foglie larghe, la fillirea a foglie strette, la ginestra spinosa, l’alaterno, l’euforbia arborea, etc. La macchia rappresenta un’importante habitat per numerose specie animali.

 

La ginestra dell'Etna
La ginestra dell’Etna (Genista aetnensis) appartiene alla famiglia delle Leguminose. In lingua sarda è conosciuta anche come Adanu, Scova, Inistra. Si tratta di una specie endemica della Sardegna e della Sicilia. Mentre gli individui presenti in Sicilia sono caratterizzati da un portamento tipicamente arbustivo quelli presenti in Sardegna sono in genere dei veri e propri alberi.

Qui la specie è diffusa nelle zone montane e sugli altipiani dei settori centro-orientali e meridionali. Questo arbusto o piccolo albero può raggiungere un’altezza di 6 metri. I rami sono giunchiformi, le foglie semplici, caduche e lineari, con lamina bianco-lanosa. I fiori sono gialli e profumati. Il frutto è un legume di forma ovale. La fioritura, di particolare bellezza, avviene tra giugno e agosto.

 

Il percorso
Roadbook

Il punto di partenza del sentiero, direzione da monte a valle, è raggiungibile dalla strada comunale di Talana che dal centro abitato porta sul monte Olinie, prima asfaltata e poi sterrata, facilmente percorribile anche con mezzi non fuoristrada.

 

Qualora si decidesse di percorrere il sentiero da valle a monte, si può raggiungere la località Coa ‘e Serra usufruendo di un autobus di linea. La Vedetta di Olinie è il punto d’arrivo di questo itinerario.

Sei già stato qui? Com'era?

Valuta l'impegno richiesto: 1. Per tutti; 2. Semplice; 3. Fisicamente impegnativo; 4. Fisicamente e tecnicamente impegnativo, guida consigliata; 5. Per esperti.
Ancora nessun voto

Commenta

Dati

Attività
Escursioni per esperti
Difficoltà
TrekkingEscursionista Esperto
Tipo di fondo
Sentiero
Strada asfaltata
Strada sterrata
11.400 m
8 ore a piedi

Stato di Validazione

Dettagli Tecnici

Codice CAI
531
Quota minima
153 metri
Quota massima
1.362 metri
Dislivello totale in salita
1 465 metri

Progetto cofinanziato con il Fondo Europeo per lo Sviluppo RegionaleLa Cooperazione al cuore del MediterraneoLogo progetto IntenseLogo Agenzia Forestas (italiano/sardo)Logo Regione Sardegna